Risanamento energetico dei condomini fino al 70%

14 March 2018

Incentivi fino al 70% per le opere che consentono il risparmio di energia nei condomini. Domande entro il 30 giugno, già buoni i risultati.

Entro il 30 giugno è possibile inoltrare richiesta di contributo fino al 70% delle spese ammissibili per l'incentivazione dell'efficienza energetica nei condomini. Partite a febbraio 2017, le incentivazioni, stanno già producendo i primi frutti. "Alcuni risanamenti energetici sono in corso - spiega Armin Gasser, vicedirettore dell’Ufficio risparmio energetico - altri sono conclusi. È il caso di un condominio composto da 12 appartamenti a Brunico che, dopo il risanamento, è passato dalla classe energetica CasaClima G a quella C". Facendo un raffronto dei consumi energetici nell’arco degli ultimi 10 anni, riferiti all’uso del teleriscaldamento, il risparmio energetico ottenuto è del 40%. "Il risparmio in effetti è anche maggiore - precisa Gasser - perché prima del risanamento la produzione di acqua calda avveniva per via elettrica, mentre ora si avvale della rete di teleriscaldamento. Di conseguenza i condomini vedono anche un risparmio sulla bolletta elettrica". Le classi CasaClima permettono inoltre di identificare il grado di consumo energetico di un edificio: si va dalla CasaClima Gold (quella più performante) alla classe CasaClima C (standard minimo per ottenere i contributi) che richiede meno di 70 kWh per metro quadro l’anno. Al centro delle nuove linee guida approvate dalla Giunta vi sono principalmente gli interventi di risanamento energetico con particolare riguardo ai condomini datati, "dove vi è un grande potenziale di risparmio energetico - sottolinea l'assessore Richard Theiner - dato che la metà del consumo di energia in provincia di Bolzano è correlato agli usi domestici". Le domande di contributo devono essere presentate sempre prima dell'inizio dei lavori, dal 1° gennaio al 30 giugno di ogni anno all'Ufficio provinciale risparmio energetico.

Nuovi incentivi e campagna informativa

I nuovi incentivi per il risanamento energetico dei condomini valgono per gli interventi eseguiti in condomini con almeno 5 unità immobiliari di proprietà esclusivamente di persone fisiche, pubbliche amministrazioni ed enti senza scopo di lucro che non svolgono attività economica, e finanziano fino al 70% dei costi ammissibili: un notevole passo in avanti rispetto al 30% riconosciuto in precedenza. Con i nuovi contributi gli investimenti operati, in molti casi, possono essere ripagati già entro 10 anni, rispetto ai 20 anni e oltre del vecchio sistema di incentivi. "Dopo gli interventi di risanamento sui condomini - spiega la direttrice dell'Ufficio risparmio energetico Petra Seppi - oltre a ridursi fino alla metà la spesa per il riscaldamento, l’edificio acquisisce maggior valore immobiliare se certificato almeno CasaClima C o R. Il tutto senza considerare la migliore qualità dell'abitare e la consapevolezza di aver contribuito alla riduzione dell'inquinamento atmosferico". Per sensibilizzare i cittadini sulla nuova formulazione degli incentivi e sui vantaggi che ne derivano, in questi giorni è partita una campagna informativa dal titolo "Troppo freddo?" a cura dell’Ufficio risparmio energetico. Tra le varie iniziative in programma, slogan sui bus a Bolzano e Merano, affissioni nel tunnel Mayr Nusser e nelle stazioni di Bressanone, Brunico, Merano e Fortezza, trasmissioni radiofoniche e spot video.

Infoambiente.provincia.bz.it/energia.asp - risparmio.energetico@provincia.bz.it - 0471414720